Ospedale di Santa Maria Nuova

Descrizione

L'Ospedale di Santa Maria Nuova, nel pieno centro di Firenze, conserva al suo interno una ricca collezione di opere d’arte.


Santa Maria Nuova fu fondata nel 1288 da Folco Portinari, padre di Beatrice Portinari musa ispiratrice del sommo Dante Alighieri. Questo rende l’Ospedale di Santa Maria Nuova il più antico ospedale del mondo ancora in funzione. In tutti questi secoli di attività sono state tantissime le opere d’arte prodotte per l’ospedale fiorentino che ha racchiuso la sua grande collezione in un percorso museale che conta più di 700 opere tra dipinti, affreschi, sculture e manufatti. 


Nel nuovo salone d’ingresso troviamo la riproduzione dell’affresco rappresentante “La consacrazione della chiesa di Sant’Egidio alla presenza di Papa Martino V”,  l’originale staccato dalla facciata della chiesa di Sant’Egidio nel 1957 è conservato nei locali della direzione, mentre la Sinopia dell’affresco di Bicci è visibile nel salone Martino V al primo piano – realizzata nel 1424 da Bicci di Lorenzo per celebrare il momento solenne della consacrazione della chiesa di Sant’Egidio dopo i lavori quattrocenteschi.

Da non perdere anche L’incoronazione della Vergine”, terracotta di Dello Delli datata 1424, oltre ad arredi sacri, piviali, tonacelle, reliquiari e suppellettili religiose che testimoniano lo spirito del luogo che fu da sempre molto attento tanto alla cura dell’anima quanto a quella del corpo. Nel soppalco che domina l’ingresso possiamo ammirare l’affresco di Gherardo del Fora e Francesco Brina, le tele raffiguranti gli Spedalinghi, due crocifissi e la copia in resina del tabernacolo di Bernardo Rossellino – l’originale in marmo è ancora oggi collocato in chiesa – che custodiva l’olio per gli infermi protetto da uno sportello in bronzo dorato di Lorenzo Ghiberti.

Il percorso museale continua con la visita al chiostro dove si trova la lapide funebre di Monnatessa, fondatrice dell’ordine delle Oblate legate all’ospedale, la quale ebbe il merito di suggerire a Folco Portinari di realizzare un ospedale per i malati ed i bisognosi. All’interno del chiostro si trova anche un tempietto neoclassico eretto nel 1873 in onore dell’ultimo benefattore dell’ospedale il Conte Galli Tassi. All’interno del matroneo è stato creato un allestimento interessante di arredi sacri, immagini votive, crocifissi e reliquiari tra cui spicca il cranio di San Gervasio ingentilito da una coroncina di fiori. Di particolare suggestione è l’affaccio sulla chiesa di Sant’Egidio annessa all’ospedale. 

Tra i tanti personaggi illustri passati dall’Ospedale di Santa Maria Nuova c’è Leonardo da Vinci: il grande genio veniva qui per le dissezioni anatomiche che gli permisero di approfondire i suoi studi sull’anatomia umana.

Dove si trova?

piazza di santa maria nuova, 50122 firenze


Vedi i nostri tour